CARING FOR THE EARTH

CARING FOR THE EARTH pattern brings easily together community and land art projects. The embroidery weft one can glimpse in the middle is a first reference to the female community of Alcamo, whose members were involved in a workshop aimed to create a large canvas (RICUCIRE LA TERRA) in 2015. The earth reference was conveyed by the “ORIOR” installation, carried out on behalf of MUSEO RISO, Palermo in 2014.  About sixty persons took part in a 12 m. diameter polychrome ring wich construction was made with the soil of their own birth place. CARING FOR THE EARTH effectively musters both symbol and matter, being the latter the Polizzi home land.

Notes:
Artwork realized for the group show IMAGO MUNDILUCIANO BENETTON collection, Zac – Zisa Arte Contemporanea, Palermo, 2015

Dusting of soil and glue on canvas, 12x 10 cm 

Il pattern di CARING FOR THE EARTH sintetizza precedenti progetti di comunità e di urban art. Il primo riferimento, la trama del ricamo che si intravede al centro, è quello della comunità delle ricamatrici di Alcamo, protagoniste di un workshop del 2015 e della creazione di una grande tela dal titolo RICUCIRE LA TERRA. Il rimando alla terra porta il segno di un altro progetto: ORIOR (svoltosi anche questo attraverso una formula partecipata e realizzato per il MUSEO RISO nel 2014) coinvolgendo 60 persone e la loro terra di origine per la costruzione di un grande anello policromo di 12 m di diametro. In CARING FOR THE EARTH viene ripreso il segno e la materia, in questo caso la terra della natia Polizzi.

Note:
Opera realizzata per la mostra IMAGO MUNDILUCIANO  BENETTON collection

ZAC, Zisa Arte Contemporanea, Palermo, 2015

Spolvero di terra e colla su tela cm 12×10.