ÈKSTASIS

English text coming soon

Notes:
Graphite frottage on Japanese paper glued on a cardboard, 2012, 70×50 cm

Il titolo dell’opera, che sembra rimarcare una sottrazione, rivela invece aspetti fondamentali legati alla cinestesia e al tatto. La carta di cotone, la tecnica del frottage, invitano a un buio formante, non uno spazio assente e deficitario, ma una ricchezza di forme da torcere, animali e essenze volatili da accarezzare. Sono pattern di riconquista interiore, come se la grana, il rilievo, formassero mappe sicure che il buio non può vincere. Cecità riassume e rende visibile strutture sottintese ad altre opere della serie (R)esistenze, dove troviamo la permanenza di immagini archetipali che sembrano emergere da un mondo offuscato e nebbioso, fatto di accenni. Questo procedere nella memoria e nei racconti è certamente un carattere costante, che si ritrova in qualche modo anche in altri lavori come Facade. […] AK estratto dalle note curatoriali per la mostra DversoA, Fondazione Beninati, Palermo, 2014.

Note:
Serie di frottage di grafite su carta giapponese incollata su cartoncino Fabriano, 2012, cm 70×50 e 50×50