Osea2 Gibellina

Installazione, semi di frumento su terra battuta, diametro 10 metri, Case di Stefano, Fondazione Orestiadi, Gibellina (Sicilia), 2014.

La versione ralizzata a Gibellina approfondisce il tema della comunità, con la partecipazione dei bambini dell’IC “Garibaldi” di Salemi e Gibellina, che hanno collaborato alla creazione del cerchio portando del grano. «In tal modo si è concretizzata la costruzione di una dimensione collettiva e rituale sottesa a Osea 2 e che è la cifra stilistica dell’artista. La specificità di questo intervento indica un aspetto peculiare della ricerca di GGD: il “richiamo” alla terra come esercizio fondamentale per la comunità attraverso azioni simboliche. Da questo punto di vista OSEA2 (e il successivo ORIOR) integra dinamiche della Land Art con altre più specifiche della Public Art». (A. Kantos)

Photo credit: Ninni Scavuzzo

Installation, wheat seeds on clay, diameter 10 meters. Case di Stefano, Fondazione Orestiadi, Gibellina (Sicily), 2014.

The version made in Gibellina, deepens in the theme of the community, through the participation of Salemi and Gibellina’s primary students, which have collaborated in the creation of the circle bringing and spreading wheat seeds. «ByThis way it is materialized the construction of a collective and ritual dimension that underlies OSEA2, that is the personal style code of the artist. The peculiarity of this intervention provides a fundamental level in the research of David, where the “call” to the earth is no longer something to be experienced individually, but it is a fundamental exercise to give to the community, through symbolic powerful actions. From this point of view OSEA2 (and subsequent ORIOR) reveals a level of integration between dynamics belonging to Land Art and other specifically to Public Art». (A. Kantos)

Photo credit: Ninni Scavuzzo